Alimentazione

Fritto e obesità

Scritto da Francesca Scazzina il Commenti (2)

Un recente studio* ha confermato che mangiare alimenti fritti porta ad un maggior accumulo di grassi e quindi, a lungo termine, all’obesità.

Si sapeva già che il fritto non è sicuramente il metodo di cottura più sano, tuttavia la stretta correlazione tra fritto e deposito di grasso non era mai stata provata con numeri così importanti: lo studio infatti ha coinvolto circa 10 mila persone.

Cosa è stato dimostrato inoltre? Che sicuramente la predisposizione genetica influisce tanto, quindi chi è geneticamente predisposto all’obesità ha un rischio maggiore di diventare obeso soprattutto se mangia spesso alimenti fritti.

Quindi? Riduciamo il consumo di alimenti fritti limitandolo a poche occasioni speciali!

*Qi Q et al., Fried food consumption, genetic risk, and body mass index: gene-diet interaction analysis in three US cohort studies. British Medical Journal, Published 19 March 2014.

Fritto e obesità

Photo Credits: Shreveport-Bossier: Louisiana's Other Side

COMMENTI (2)

Robertofix
Giu. 7, 2014, ore 15:02

ma come si puo rinunciare alle patatine fritte...

Adele22
Giu. 7, 2014, ore 18:53

e alla frittura di pesce???come si può rinunciare?

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.