Alimentazione

Il vino fa bene, ma senza esagerare!

Scritto da Francesca Scazzina il in Papà e Pasqua Commenti (0)

Eccezionalmente per i papà, oggi parliamo di un argomento vietato ai bambini: il vino!

Se non fosse per quel piccolo 'dettaglio' del tasso alcolico, il vino, e in particolare quello rosso, sarebbe davvero un prodotto interessante.

Il colore rosso (e anche il sapore, morbido o astringente) è dato dal suo contenuto in polifenoli (ne avete già sentito parlare, eh?). In particolare, sono le antocianine a conferire il "rosso" e i tannini, o procianidine, a definire molto dell'astringenza di un vino rosso. Queste molecole, tra le più studiate dai ricercatori ad oggi, sono in grado di influenzare positivamente molte funzioni del nostro organismo, ma hanno un effetto particolarmente marcato sul nostro sistema circolatorio.

Non solo, però! Sembra che siano implicate anche nella salute del nostro intestino e del nostro fegato e perfino coinvolte nella protezione di altri organi quali il pancreas e il cervello!

Qual è il problema? Il problema è l'alcool, che è dannoso da ogni punto di vista! Nel vino se ne può trovare anche il 15% e questo ne esclude ogni raccomandazione!

Quando vi sentite dire che un bicchiere a pasto può andare, è vero, ma dovete rispettare gli accordi: a pasto significa a stomaco pieno, non prima di mangiare, come aperitivo! Un bicchiere significa 1 calice, non una pinta!

Il vino fa bene, ma senza esagerare!

Photo Credits: rogersmj

COMMENTI (0)

Non ci sono commenti per questo articolo

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.