Tutti a tavola e niente capricci!

Scritto da Progetto Scuole il Commenti (1)
Tutti a tavola e niente capricci!

Capriccio, questo sconosciuto. Difficile prendere le misure a situazioni che ci sembrano totalmente irrazionali, soprattutto quando esplodono nei momenti meno opportuni. Magari quando si ha fretta, o comunque si è stanchi per una giornata di lavoro. E quando la tempesta emotiva prende forma a tavola?

- Non allarmiamoci! Tra i 3 e i 5 anni, capita che i bambini rifiutino un cibo che prima amavano. Proviamo a riaccendere la fantasia presentando il piatto in maniera diversa. Per esempio le carote si possono frullare, o tagliare a bastoncini.
- Il cibo non è un premio e non è una punizione. Al bando quindi formule tipo "Niente dolce se prima non mangi le verdure!", oppure "Se mangi i broccoli c'è una bella fetta di crostata tutta per te!".
- Almeno 3 assaggi prima di dire "no"! L'obiettivo è quello di armarsi di una strategia efficace per far provare ai bambini quel che di solito rifiutano. Mai arrendersi al primo colpo, quindi.

LINK
I consigli dei pediatri sui capricci

ARGOMENTI TRATTATI

Educare i figli


"A mangiare bene si comincia da Piccolini" è un progetto educativo e di comunicazione pubblicitaria con fini informativi* promosso da Piccolini Barilla per i bambini sopra i 3 anni.
*Ai sensi dell'art.22 del Codice di Consumo e dell'art.7 del codice di Autodisciplina Pubblicitaria.

COMMENTI (1)

Catia79
Mag. 8, 2014, ore 11:49

Adotterò questi suggerimenti, grazie.

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.