TV amica, TV nemica

Scritto da Progetto Scuole il Commenti (0)
TV amica, TV nemica

Tanto lavoro, tante corse. E spesso poco tempo da trascorrere insieme ai nostri bambini. Così, quando rientriamo a casa e siamo solo a metà dei tanti impegni quotidiani, diventa facile ricorrere alla scorciatoia della TV o della console dei videogiochi come "parcheggio" per i più piccoli. Conseguenze? Apatia e disinteresse per il mondo reale, nei casi più estremi o nelle giornate più difficili.

Che fare? Vietarne l'uso? No, non drammatizziamo! Di per sé la TV non fa né bene né male, ma un uso eccessivo e non vigilato può colpire negativamente la loro immaginazione e la loro capacità di socializzare.

Allo stesso modo, dovrebbe essere controllato anche l'uso che i nostri figli fanno dei videogiochi, perché un'attività ripetitiva e solitaria come questa limita fortemente la loro capacità di ricevere ed elaborare informazioni.

Quindi: cerchiamo di trovare un po' di tempo da dedicare alla TV in compagnia, e decidiamo insieme a loro cosa guardare, commentando quello che succede. Naturalmente è importante proteggerli dalla visione di trasmissioni difficili o che potrebbero spaventarli.

Altro importante accorgimento, spegnere la TV quando non la guardiamo, dando così ai nostri bambini il buon esempio ed eliminando il "rumore di fondo" a cui troppo spesso tendiamo ad abituarci. Un'altra idea? Fissiamo un "No-TV Day", ossia una giornata in cui tutta la famiglia si dedicherà ad attività concordate, con la TV rigorosamente spenta.

Infine, ricordiamoci che la TV accesa non è un destino ineluttabile per le nostre serate in casa! Impegniamoci a rompere la routine con attività che vedano protagonisti i nostri bambini: perché non mettere in scena le storie dei cartoni animati o dei libri preferiti, predisponendo in salotto un vero e proprio angolo teatrale? Potremmo mettere a disposizione dei nostri figli stoffe, vestiti dismessi e tutto ciò che ci suggerisce la fantasia e che la pratica del riuso ci permette di recuperare. Il gioco del "facciamo finta che" piacerà moltissimo e stimolerà creatività e sano protagonismo.

LINK
Dall'attaccamento alle relazioni col prossimo

 

Photo Credits: Michael Bentley

ARGOMENTI TRATTATI

Educare i figli


"A mangiare bene si comincia da Piccolini" è un progetto educativo e di comunicazione pubblicitaria con fini informativi* promosso da Piccolini Barilla per i bambini sopra i 3 anni.
*Ai sensi dell'art.22 del Codice di Consumo e dell'art.7 del codice di Autodisciplina Pubblicitaria.

COMMENTI (0)

Non ci sono commenti per questo articolo

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.