Noi e i bambini, una vacanza in armonia

Scritto da Progetto Scuole il Commenti (0)
Noi e i bambini, una vacanza in armonia

Finalmente vacanza! È arrivato il periodo più amato dell'anno, le tanto attese ferie, le settimane che più desideriamo e che vorremmo vivere con la più totale rilassatezza e serenità! Ma siamo sicuri che proprio tutti i componenti della nostra famiglia siano pronti ad affrontare al meglio un viaggio e un cambiamento nei ritmi di vita, anche solo per un paio di settimane? Siamo sicuri che i nostri figli affronteranno nel migliore dei modi questa temporanea novità?

L'obiettivo da prefiggerci prima della partenza diventa perciò uno solo: aiutare i nostri bambini a vivere al meglio il distacco da casa, senza ansie né pianti! Ma come fare?

La frenesia dei preparativi è tanta, ma dobbiamo riuscire a trovare un po' di tempo per spiegare ai piccoli di casa dove andremo a trascorrere la vacanza e per scegliere insieme a loro alcuni oggetti che li rassicurino e che potremo sistemare in una mini-borsa completamente dedicata a loro. Cerchiamo poi di non dimenticare una lampadina da notte per aiutarli ad addormentarsi e per non farli spaventare in una stanza completamente buia che non conoscono. Paura che la noia prenda il sopravvento, soprattutto in una giornata piovosa che può capitare anche durante una vacanza estiva? Mettiamo in valigia i libri e i giocattoli che i nostri figli amano di più, tenendone a portata di mano uno nuovo in modo da catturare ancora di più la loro curiosità e la loro attenzione.

E durante il viaggio? Organizziamoci in modo da fissare la partenza un'ora o due prima del loro "riposino" e invitiamoli a bere spesso per evitare problemi di disidratazione provocati dal grande caldo che nel tragitto per raggiungere la meta della vacanza rischia di essere percepito ancora di più.

Una volta arrivati a destinazione, l'importante sarebbe riuscire a non stravolgere completamente i ritmi a cui i nostri figli sono abituati nel resto dell'anno, per non rendere ancora più difficile il loro distacco da casa: se non ci è possibile rispettare gli orari che abbiamo in città, dovremmo però almeno cercare di mantenere la costanza dei pasti e del sonno. Tentiamo però di proporre loro nuovi cibi, evitando di portare da casa quelli a cui sono abituati: può essere un buon modo per invogliarli ad assaggiare nuovi gusti e ad entrare in confidenza con piatti salutari e genuini che, inseriti "nel contesto vacanza", assumeranno tutt'altro aspetto e saranno accettati più facilmente.

LINK
E i pasti fuori casa?

ARGOMENTI TRATTATI

Vacanze con bambini


"A mangiare bene si comincia da Piccolini" è un progetto educativo e di comunicazione pubblicitaria con fini informativi* promosso da Piccolini Barilla per i bambini sopra i 3 anni.
*Ai sensi dell'art.22 del Codice di Consumo e dell'art.7 del codice di Autodisciplina Pubblicitaria.

COMMENTI (0)

Non ci sono commenti per questo articolo

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.