Weekend a Parma

INFORMAZIONI UTILI
Destinazione

Parma

Città
Tipo di Destinazione

Città

Cultura
Tipo di Viaggio

Cultura, Gita, Divertimento, Weekend

MAPPA

Quando si attraversa il torrente Parma mi sento a casa.
Sia che ci si arrivi in treno, sia che la si raggiunga in macchina.

Parma è una perfetta destinazione artistica (e culinaria!), per una gita anche di un solo giorno o weekend, a soli 110 km da Milano.

La "Signora delle Violette" che sedusse Stendhal e Marcel Proust e che ospitò la corte aristocratica di Maria Luigia d'Austria, concentra in poco spazio importanti capolavori artistici e sa coniugare i piaceri della vita con quelli dello spirito.

Per far felici i bambini iniziate subito dal Parco Ducale e dai Grilli (piccole macchinine a metà tra biciclette e macchinine a dire il vero, fantasia e ricordo di ogni piccolo parmigiano che si rispetti).

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Continuate poi per il centro, con la Piazza (è intitolata a Garibaldi, ma per i parmigiani è solo "la piazza", quella centrale, quella del passeggio e dell'incontro, quella dell'incrocio delle 4 vie più importanti, dei negozi, ristoranti, bar e chiacchiere. Ci si ferma con la bici, si incontra il vicino di casa e il compagno di studi. Il centro di una città "di provincia"). Addentratevi nelle quattro vie che partono da lì e fatevi trasportare dall'istinto: camminate, avventuratevi, scovate gli angoli che più vi piacciono.

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Sostate poi davanti al Teatro Regio, con il suo severissimo loggione, temuto da tutti i cantanti, che è il cuore della lirica italiana. Presenta tutti gli anni un cartellone verdiano di grande interesse che può appassionare anche ragazzi che possono essere così iniziati all'opera. Sicuramente da non perdere, e ora che siamo in epoca di bicentenario verdiano poi...

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Più raccolto e prezioso è il Teatro Farnese, inserito nel rinascimentale Palazzo della Pilotta, i cui sotterranei sono stati aperti al pubblico.

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Sempre lì, attorno alla piazza, arrivate fino al Duomo. Il vero centro storico, dominato appunto dal romanico Duomo dell'Assunta (1059) e dal Battistero (1196-1307), ottagonale, opera dell'Antelami, rivestito di prezioso marmo rosso di Verona.

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Dietro al Duomo si visita il Monastero di San Giovanni Evangelista, fondato alla fine del X sec. dal vescovo Sigifredo II. La Chiesa è uno dei migliori esemplari del rinascimento italiano. Vi è anche l'Antica Spezieria (1201) con tre sale affrescate, scaffali intagliati contenenti libri di medicina e di farmacia, vasi di maiolica e mortai in marmo e bronzo.

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Si vendono unguenti antireumatici, colluttori, tisane e creme preparati secondo le antiche ricette dei monaci.

Torniamo ai bambini con il Castello dei Burattini-Museo G.Ferrari, che espone una immensa collezione di marionette di tutti i tempi. Inoltre la prima e la terza domenica di ogni mese la Compagnia "I burattini dei Ferrari" mette in scena "La favola delle teste di legno".

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Per finire, sostate lungo la via Farini alla Cremeria Emilia. Senza esagerare, il miglior gelato che abbia mai mangiato.
Provate il croccante all'amarena o il siciliano, se proprio siete a dieta optate per mandarino e mango. Ma non rinunciatevi, non ve ne pentirete.

Curiosità culinaria

"Et eravi una montagna di parmigiano grattugiato, sopra la quale stavan genti, che niuna altra cosa facevan, che fare maccheroni e raviuoli".
Così scriveva Giovanni Boccaccio nella terza novella dell'ottava giornata del Decamerone.

A Parma il parmigiano lo chiamano semplicemente "il formaggio" e da secoli si tramandano di padre in figlio i segreti per trasformare il latte appena munto nel "re dei formaggi" dopo un'accurata stagionatura.
Se si vuole conoscere da vicino questo complesso processo si può visitare uno dei molti caseifici del comprensorio della provincia di Parma e, alla fine della visita, dopo l'immancabile assaggio, comprarne un pezzo a prezzi decisamente inferiori di quelli del salumaio sotto casa.

Se siete di fretta e senza macchina, non perdetevi la Salumeria Rosi, in via Farini, con degustazione dedicata.

Parma: una perfetta destinazione artistica e culinaria

Come arrivare:

In treno oppure con l'Autostrada del Sole.

Budget:

In macchina l'andata e ritorno vi costerà sui 50/60 euro. In treno con l'alta velocità se ne spendono sui 40 (a persona).
Per dormire considerate sui 100 euro a notte, che possono essere 150 se durante fiere particolari (quella del camper, il mercante in fiera...)
Per mangiare considerate 20 euro a testa per un ottimo pasto a base di prelibatezze parmigiane. Non abboffatevi!!! Non è una scusa sufficiente!

Dove dormire:

Hotel Torino, via Mazza 7, tel. 0521.281047. A due passi dal Regio, con una saletta liberty dove viene servita la prima colazione. Biciclette gratuite per girare nel centro

Mercure Parma Stendhal, una grande catena per un albergo di buona qualità con ottimi servizi per famiglie.

Dove mangiare:

Trattoria Vigolante, per provare la bomba di riso...

Salumeria Rosi (ex Sorelle Picchi), perché è qui che quarant'anni fa ho iniziato la degustazione di tortelli di patate e cappelletti in brodo, e perché è proprio questo marchio che ho incontrato nell'Upper East Side di New York la scorsa estate (come dire, la qualità viaggia).

Trattoria del Tribunale per torta fritta e culatello come nemmeno vi immaginate di poter degustare, una garanzia (chiedete il piano terra, più raccolto e vicino al banco salumi...).

Siti consigliati:

Comune di Parma

Eventi dedicati ai bambini

 

Photo Credits:
Pietro Ronchini
Edoardo Fornaciari
Milla Mariani
Amoretti
Carra
Comune di Parma

ARGOMENTI TRATTATI

Vacanze con bambini

Vedi anche

COMMENTI (7)

Adele22
Nov. 17, 2013, ore 10:08

grazie... mi organizzerò per il prossimo ponte!!!

Irene52
Nov. 17, 2013, ore 23:08

Presto andro a Parma in visita ad amici,farò tesoro di questo bellissimo racconto di viaggio e saprò apprezzare le bellezze di Parma conoscendole già un pò .Ciao e grazie

Cecilia "Mammamiporti"
Nov. 18, 2013, ore 20:46

@Irene52: grazie a te Irene, mandami un messaggio quando riesci, son curiosa di sapere se ti è piaciuta!

Robertissima
Nov. 18, 2013, ore 11:30

Certo a legere viene voglia di partire subito!!!

Cecilia "Mammamiporti"
Nov. 18, 2013, ore 20:45

@Robertissima: è così vicina e facile..!

Paolar&B
Nov. 18, 2013, ore 14:59

molto interessante, grazie!

Cecilia "Mammamiporti"
Nov. 18, 2013, ore 20:44

grazie a voi. Proprio oggi ero a Parma e…confermo segnalazione da urlo: la Gelateria/cremeria Emilia, sempre in Via Farini. Il gusto croccante all'amarena vale il viaggio!

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.