Corsi musicali per bambini: come orientarsi

Arriva settembre e per molti è il mese della scelta di attività extra-scolastiche.

Premettendo che sarebbe meglio che in Italia, paese dell'arte, ci fosse più riguardo per la musica in ogni scuola di ordine e grado come accade in molte nazioni europee, si è costretti, per garantire un bagaglio culturale musicale al proprio bambino, a cercare questa opportunità nei corsi pomeridiani.

L'offerta è davvero varia ma vediamo come muoverci in base all'età dei bambini.

Corsi musicali per bambini: come orientarsi

L'importanza di un apprendimento musicale in età precoce è ormai riconosciuta da numerose ricerche scientifiche tant'è che esistono numerosi corsi per mamme in attesa e per la fascia d'età 0-3, come i famosi corsi di musica in fasce del metodo Gordon ormai molto diffusi in tutto il territorio.

Ma se ci siamo persi questa opportunità possiamo cominciare con la musica in qualsiasi momento e certamente i 4-5 anni possono considerarsi il momento giusto. Certo, a quest'età è bene fare riferimento a corsi di propedeutica musicale di gruppo, è ancora un po' presto per scegliere uno strumento, a meno che il bambino abbia fatto già molte attività musicali in precedenza. Di certo non dobbiamo forzare la mano con la lettura e scrittura delle note ma scegliere corsi che ci garantiscano l'acquisizione di competenze come il senso ritmico, l'intonazione, la concentrazione sul suono e l'ascolto.

Molti genitori quando iscrivono i propri piccoli ai corsi di propedeutica vivono un po' quest'ansia del saper suonare subito uno strumento e magari non capiscono perché il docente continua per tutto l'anno con giochi musicali vari. La motivazione è proprio questa: così come impariamo a leggere e a scrivere dopo che per molti anni siamo stati immersi nel linguaggio parlato che comprendiamo e utilizziamo, così l'approccio allo strumento e quindi alla lettura delle note deve avvenire dopo che il bambino sia stato immerso nel linguaggio musicale imparando ad usarlo con la voce o con strumenti ritmici e comunque in attività di gruppo che garantiscano l'apprendimento delle dinamiche musicali. Meglio evitare, quindi, per i primi tempi la lezione individuale. Metodi come il famoso Suzuki, ad esempio, propongono anche l'approccio allo strumento in gruppo e per imitazione.

Corsi musicali per bambini: come orientarsi

Verso i 6-7 anni possiamo valutare la scelta di uno strumento musicale in base alle preferenze del nostro bambino ma anche scegliendo scuole di musica che possano prima far fare l'esperienza su strumenti diversi in modo da determinare per bene la predisposizione ad uno piuttosto che ad un altro.

Non vanno trascurati poi i corsi di canto; a molti bambini piace cantare e quindi iscriverli in un coro, che può essere anche quello della scuola o della parrocchia, è sicuramente una scelta economica ma molto formativa sia musicalmente che per imparare a stare con gli altri e a seguire le regole dello stare insieme.

Corsi musicali per bambini: come orientarsi

È bene quindi valutare tutte queste cose nella scelta di un corso musicale e soprattutto pensare che se anche nostro figlio dovesse frequentare per pochi mesi, gli abbiamo permesso l'acquisizione di competenze musicali, fondamentali per il bagaglio culturale dell'adulto che sarà.

 

Scritto da: Simplymamma

Photo Credits:
NDStrupler
Will Merydith
AshleyNYCPics
edenpictures

ARGOMENTI TRATTATI

Educare i figli

Vedi anche

COMMENTI (5)

Miranda.Lak
Set. 26, 2013, ore 14:41

interessante.

Paolar&B
Set. 26, 2013, ore 16:39

mi piacerebbe provare per mio figlio di 4 anni e mezzo. però non è proprio un "esibizionista": alle feste dell'asilo piange sempre!

Simplymamma
Set. 27, 2013, ore 17:16

@Paolar&B: non c'è nulla di più sbagliato che pensare che per essere musicisti bisogna essere esibizionisti, si impara a suonare per se stessi, perchè è una passione, per il gusto di farlo e di conoscere il mondo musicale. provaci e anzi potrà essere un modo per vincere la paura degli altri :-)

Emanuela
Set. 30, 2013, ore 16:25

Dalle nostre parti esiste una scuola musicale presso la Filarmonica, dove utilizzano il metodo Orff, con lo strumentario Orff, quindi praticamente strumenti in miniatura del tipo a percussioni, tamburelli, xilofono, flauto, per la capacita' ritmica e dello stare insieme, passandosi a turno lo strumento. Lo conosci? E' indicato per l'eta' di 5 anni? Mia figlia pero' preferirebbe cantare... mentre a quel corso imparano piu' il concetto di suono, ritmo, ecc. e cantano poco... No so, sono indecisa.

Robertofix
Ott. 1, 2013, ore 20:00

spero che mia figlia si appassioni alla chitarra perche a me e sempre piaciuto ma mai suonata..

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.