Parola d'ordine: relax

Amiche, siete irascibili, mangiate la faccia al marito che vi dice buongiorno?

Siete stanche come un sufflè sgonfio ma non riuscite a dormire perché la vostra mente continua a ripercorrere la giornata e a pensare ossessivamente alle 1001 cose da fare domani?

Se poi avete anche mal di testa, palpitazioni, squilibri ormonali, non c'è bisogno che ve lodica io che siete un po' esaurite, vero?

Voi avete bisogno di rilassarvi – ma và! E se posso permettermi, forse è ora che facciate un pensierino serio sulla qualità della vostra vita.

Parola d'ordine: relax. Curioso. In italiano si usa normalmente una parola che pare venga dal francese, che l'ha mutuata dall'inglese che pare comunque l'abbia derivata dal latino. Tutto ciò per esprimere un concetto che in italiano è ancora più chiaro: rilassare. Ri-lassare, cioè ri-lasciare, tornare ad uno stato di non contrazione, di non tensione.

Ve lo ricordate ancora come si stava quando non eravamo stressati, da bambini ad esempio?

Parola d'ordine: relax.

Tra le parole con una radice comune a questa, il dizionario riporta languido. Ecco, io il rilassamento lo collego a questa sensazione, al languore dei lunghi pomeriggi, caldi, appiccicaticci e un po' assonnati, dell'inizio estate, quando i miei genitori ancora lavoravano e io, bambina vorace di parole scritte, passavo il tempo sdraiata sul letto, a divorare libri.

L'ozio, inteso come tempo per dedicarsi a svaghi intellettuali, è sicuramente un ottimo antidoto allo stress. Ma i languidi pomeriggi delle estati della mia infanzia sono lontani, e al momento non vedo possibilità di replicarli.

Ma rilassarsi si può, comunque, sempre, anzi si deve, ce lo dobbiamo concedere, per poi poter ripartire ricaricati di nuove energie. Vediamo qualche tecnica.

Evadere. Inteso come cambiare ambiente, di conseguenza cambiare routine, alimentazione, orari. Io abito al mare, e ho optato per una settimana (poco tempo ma buono) in montagna. Se abitate in montagna andate al mare. Se state in città avete ampia scelta tra mare, montagna, lago. Oppure andate all'estero, l'importante è che la destinazione sia molto diversa, vi permetta di vivere anche solo per qualche giorno una vita differente, per poi tornare addirittura volentieri alla vostra solita routine.

Se non possiamo allontanarci da casa non importa, si può evadere anche stando fermi. Come? Con un po' di buona volontà e fantasia: cambiare abitudini per una settimana, fare una colazione diversa, cambiare i soliti percorsi, fare i turisti nella propria città, staccare il telefono e far finta di essere andati via. Con i soldi risparmiati ci si può concedere qualche piccola coccola: un massaggio, una tinta nuova, una bella manicure, un aperitivo protratto fino a tarda sera, un cinema pomeridiano.

Parola d'ordine: relax.

Rallentare. Fare una cosa alla volta. Disconnettersi dalla rete, disintossicarsi dalle piccole manie, che sia controllare la posta ogni 5 minuti o giocare a Ruzzle.

Vivere con leggerezza. Imparare a lasciare volare via le brutture, a non ostacolare le giornate remando contro, a vivere nel flusso del tempo, almeno una settimana l'anno. Chissà, poi magari ci si prende gusto...

Fare quello che ci piace. Senza trovare scuse, senza autopunirsi. Sospendere la dieta, mangiare e bere in allegria, senza sensi di colpa, abbiamo il resto dell'anno per rimanere a rigore.

Ridere. Non c'è miglior ricetta per la bellezza e la salute: libera le endorfine, rilassa tutti i muscoli, ci connette alle persone, che si sentono meglio a loro volta. Un ottimo circolo virtuoso. Ci vuole esercizio, bisogna allenarsi tutte le mattine pensando a un paio di cose buffe; una volta innestato, il meccanismo si autoalimenta.

Parola d'ordine: relax.

Una volta rilassati per bene, ricordiamoci la sensazione di benessere e cerchiamo di portarcela nella vita quotidiana. Magari imparando un po' di tecniche di rilassamento, ad esempio frequentando un corso di yoga, che distende i muscoli e insegna a respirare correttamente. Avete mai notato che quando siete stressati tendete a rimanere in apnea? L'apnea è una conseguenza dello stress ma ne è anche una causa, e vi assicuro che re-imparare a respirare è un toccasana per riuscire a rilassare mente e corpo.

Di grande aiuto sono anche i massaggi shiatsu che aiutano a riequilibrare le energie del corpo attraverso la pressione in determinati punti, principio che sta alla base anche dell'agopuntura, tecnica sicuramente efficacissima contro lo stress, ma decisamente meno "coccolosa" del massaggio.

Ma volete sapere qual è una tecnica ottima, efficace e soprattutto piacevole e per lo più gratis? Ascoltare musica. Ebbene sì: la musica ha un effetto tranquillizzante poiché coinvolge l'emisfero destro del cervello, responsabile dell'attività immaginativa e creativa, e ne aumenta l'attività, mentre fa diminuire quella dell'emisfero sinistro, sede del linguaggio, del pensiero razionale e della capacità di calcolo.

Quindi Relax, take it eaaaaasy.

 

Scritto da: Siro

Photo Credits:
liquene
kudumomo
visit~fingerlakes
23am.com

COMMENTI (6)

Bersaglio1
Ago. 5, 2013, ore 20:38

come relax cucino a macchina

Silviasiro
Ago. 10, 2013, ore 09:19

@Bersaglio1: cosa vuol dire che cucini a macchina? esiste un modo per cucinare a macchina? cos'è dov'è dove si compra?

Ilcaffedellemamme
Ago. 10, 2013, ore 10:40

Devo riconoscere che sono proprio una #mammaesaurita ultimamente, con tre bimbi e una in arrivo, però c'è da dire che nessuno ti capisce, nessuno riesce a comprendere che ogni tanto hai bisogno anche solo semplicemente di stare da sola e in silenzio, senza fare nulla, per staccare dalla quotidianità fatta di richieste, doveri, litigi, grida.Chissà prima o poi ci sarà un attimo di relax anche per me...ci spero tanto!

Silviasiro
Set. 2, 2013, ore 21:03

@Ilcaffedellemamme: scusa il ritardo della risposta, ma ero al mare senza connessione (mio malgrado, io l'avevo pagata). Un relax indotto, almeno per quel che riguarda la disintossicazione dal web!
Mamma mia, quattro bimbi esauriscono sicuramente tutti gli interstizi possibili di tempo per se stesse.
Eppure. Eppure questi tempi dobbiamo cercare di imporceli, di trovarceli, di regalarceli. Un po' ce lo dobbiamo eh. Delle volte relax è anche cercare di far pace con se stesse e con le proprie aspettative. Lasciar correre se le cose vengono fatte un po' alla bell'e meglio. Forza cara! Approfitta della gravidanza per millantare una debolezza che, sono sicura, non hai, e magari ritagliarti qualche coccola in più.
Un abbraccio.

Miranda.Lak
Ago. 12, 2013, ore 12:01

magari

Biro71
Set. 23, 2013, ore 18:14

Facile a dire ma non a fare... non c'è tempo purtroppo!!!!!

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.