Intrattenere i bambini in viaggio

"Non è la meta che conta, ma il viaggio" si dice: è un bellissimo punto di vista e sono completamente d'accordo, ma viaggiare con bambini in preda alla noia non è il massimo per genitori che hanno sognato a lungo una meritata vacanza!

Un viaggio con i bimbi porta con sé sogni e aspettative: sarà possibile viverlo serenamente da parte di tutta la famiglia con poche semplici attenzioni che tengono in considerazione l'età dei bambini e la destinazione.

Intrattenere i bambini in viaggio

Prima di partire

Non importa che la meta sia una spiaggia esotica o l'agriturismo a pochi chilometri da casa: possiamo iniziare a coinvolgere i bambini più grandicelli già prima della partenza con le immagini di un libro fotografico, consultando una guida o osservando la carta geografica per far conoscere le caratteristiche del posto da visitare. Durante il viaggio si divertiranno a seguire l'itinerario mentre la meta si avvicina e con l'aiuto dei genitori ne riconosceranno le tappe più interessanti: un monumento, un'isola, un misterioso castello in lontananza...

In viaggio

Per esperienza ho visto che durante i viaggi in auto e aereo è consigliabile portare giochi e attività di dimensioni contenute, non troppo rumorosi e possibilmente non smontabili (avete mai provato a cercare i pezzettini dei Lego caduti sotto un sedile d'aereo?).

Tablet e giochi elettronici usati in auto possono invece indurre la nausea perché fanno distogliere lo sguardo dall'orizzonte, un po' come quando si legge in auto. I bambini più piccoli terranno con sé il pupazzo più amato, un morbido libro di stoffa. Per i bimbi più grandi musiche rilassanti e canzoncine sono un ottimo passatempo e possono favorire un sonnellino ristoratore. Le cose avvistate dal finestrino sono anche fatte per imparare con l'aiuto dei genitori: non soltanto indicare, ma anche spiegare ai bambini quello che vedono li coinvolgerà ulteriormente.

Alcuni bambini poi si innervosiscono a tempo di record quando hanno fame, quindi in viaggio avere qualche snack immediatamente a portata di mano diventa strategico per evitare soste non preventivate. Un pacchetto di crackers, un succo di frutta o qualche caramella di solito "proibita" che escono dalla borsa con effetto-sorpresa possono risolvere le situazioni più critiche e riportare la calma nell'abitacolo per qualche chilometro!

Intrattenere i bambini in viaggio

Durante la permanenza

Viaggiando mi sono resa conto che è fondamentale conciliare gli interessi degli adulti con quelli dei bambini, soprattutto se la meta è una città d'arte o una metropoli: rallentiamo, non pretendiamo di vedere tutto, godiamo del loro stupore per le piccole cose. Anche una visita al grande museo può diventare divertente per i bambini: giochiamo a dire "a chi assomiglia" quando vediamo una statua o un dipinto... E non dimentichiamo una meritata sosta al parco-giochi e una passeggiata nel verde!

 

Scritto da: Marina lamiavitasemplice.it

Photo Credits:
christopher frier brown
marcusfrieze

ARGOMENTI TRATTATI

Vacanze con bambini

Vedi anche

COMMENTI (2)

Miranda.Lak
Ago. 12, 2013, ore 12:02

ne farò buon uso

Robertofix
Set. 16, 2013, ore 16:18

INTERESSANTE

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.