Vivere il viaggio attraverso la musica

La musica ha il grande potere di portarci a spasso nel tempo, quante volte ci è bastato ascoltare quella canzone che ha sottolineato un momento particolare della nostra vita per risentire quelle stesse emozioni, quelle identiche sensazioni? Allo stesso modo la musica può portarci in viaggio verso diverse destinazioni e può farci scoprire il suono di luoghi lontani e affascinanti.

Insegnare ai nostri figli questo grande potere della musica è fondamentale, sia che il viaggio lo facciamo davvero sia che lo stiamo programmando o solamente sognando.

Il web è ancora una volta un valido alleato per facilitarci questo tipo di ricerca, basterà digitare "musica africana", ad esempio, per trovare descrizioni tecniche, strumenti utilizzati che potremo stampare e colorare o trovare il modo di ricostruire in casa, e poi video meravigliosi come questo, che ben rappresenta la musica di questo continente.
I ritmi particolari, il timbro delle voci, gli strumenti così diversi dai nostri, sono una foto incredibile del luogo che ci accingiamo a scoprire.

E dall'Africa possiamo spostarci qui e là tra le varie parti del mondo, in India ad esempio, dove le sonorità sono completamente differenti (un esempio qui) e viene facile immaginare ambienti tipici dedicati alla meditazione e alla spiritualità.

Vivere il viaggio attraverso la musica

Un viaggio a Cuba è d'obbligo, tra sonorità come questa. In questo caso i ritmi pieni e nostalgici riusciranno a fasci scoprire un mondo meraviglioso fatto di luci e ombre che lasciano un forte segno nel cuore.

E non può mancare il Brasile con la sua allegria e vivacità che contagia anche la personalità più seriosa e che ci porta direttamente dentro il Carnevale più bello del mondo.

E ancora la musica araba, con le sue danzatrici del ventre, o la musica irlandese, con tanta gente che balla insieme.

Vivere il viaggio attraverso la musica

Potremmo continuare all'infinito semplicemente sfruttando la curiosità dei nostri bambini e un piccolo mappamondo sul quale puntare il dito.
Con questo genere di attività i bambini scoprono ancora una volta che la musica è un linguaggio e che ogni popolo l'ha sviluppato a suo modo, inventando i propri strumenti, le proprio scale musicali, la propria sonorità.
Conoscere le differenze esistenti permetterà loro di apprezzarle e di vivere con un approccio diverso la multiculturalità che ci circonda, e soprattutto la musica potrà permetter loro di affrontare lunghi viaggi anche solo chiudendo gli occhi e lasciando che i suoni di ogni parte del mondo riempiano i loro cuori e i loro sogni di libertà.

 

Scritto da: Simplymamma

Photo Credits:
Port of San Diego
dalbera
stevendamron

ARGOMENTI TRATTATI

Educare i figli

Vedi anche

COMMENTI (2)

Franca C
Lug. 12, 2013, ore 11:48

Verissimo!!!! il web ci permette di viaggiare attraverso i suoni di ogni paese e di insegnare anche ai nostri figli la curiosità e l'amore per culture diverse anche attraverso la musica.

Robertofix
Ott. 3, 2013, ore 20:13

troppo semplice per essere vero!!!

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.