Venezia inedita

INFORMAZIONI UTILI
Destinazione

Venezia

Città
Tipo di Destinazione

Città

Avventura
Tipo di Viaggio

Avventura, Weekend, Cultura

MAPPA

Venezia. Turistica? Triste? Cara? Tutto vero, forse.

Turistica, turisticissima, se non ci si allontana dalle rotte comuni. Cara, carissima se si prende un caffè in piazza san Marco o si compra un souvernir proprio a Rialto.

Venezia inedita

Triste? Direi malinconica, ma dipende dal giorno in cui ci si capita e ovviamente dal proprio stato d'animo. Direi ispiratrice.

Venezia inedita

È nell'altra Venezia che consiglio però di andare, quella nascosta e inedita, meno nota, lontana dalle calli e dai campielli più battuti dai turisti, quella che si scopre alle spalle della stazione ferroviaria di Santa Lucia, al di là del Canale di Cannareggio, dove si aprono le vie strette e anguste del Ghetto Nuovo.

Ancora oggi è abitato dai discendenti della comunità ebraica, insediata qui dal 1500. Proprio qui si trovava la Fonderia Nuova, in cui lavoravano quasi tutti gli abitanti del quartiere. A poco a poco si sviluppò la vita del Ghetto, i cui sottoportici d'accesso erano chiusi, sprangandone le porte, al tramonto. Sorsero i banchi di pegno e le attività mercantili, ma anche i luoghi di preghiera. Si possono ancora ammirare le cinque Sinagoghe Maggiori. Attorno svettano case altissime. Una sorta di modesti grattacieli, addossati gli uni agli altri, simili ad alveari.

Si esce dal Ghetto sulla destra attraverso il ponte sopra il Rio della Misericordia, fiancheggiato dalle Fondamenta degli Ormesini. Le case si fanno più basse e coloratissime. Attraverso la calle della Malvasiaci si affaccia sul Rio della Sensa, dove si specchia la Chiesa della Madonna dell'Orto.

Venezia inedita

Lungo Calle del Fumo le botteghe artigiane si susseguono le une alle altre. Gianni Basso incide a mano, con torchi e bulini, su carte preziose, ex libris, xilografie e stampe di vedute ottocentesche della città. Laboratori artistici, le maschere su misura. I bimbi sono i benvenuti.

Ancora pochi metri ed ecco la monumentalità del Campo dei Santi Giovanni e Paolo con al centro il rampante monumento equestre del Colleoni, famoso condottiero bergamasco del Quattrocento, opera di Andrea del Verrocchio. Gotica la Chiesa voluta dai Domenicani nel Duecento, mentre è rinascimentale la Scuola di San Marco, oggi sede dell'Ospedale Civile.

Tutta la potenza militare e politica della Serenissima nelle turrite strutture dell'Arsenale, da cui uscivano le sue navi da guerra e quelle mercantili alla conquista del Mediterraneo. Storia gloriosa che si ripercorre anche nelle sale del Museo Navale, posto alla fine di Riva degli Schiavoni.

Venezia inedita

Venezia per un weekend lungo, Venezia per una settimana. Venezia anche per un mese, perché, ma questa è un'altra storia, è anche mare, estate, cultura. Tutte insieme. Alla prossima puntata.

Venezia inedita

Come arrivare:

Treno, sempre treno. Non ve ne pentirete. Si scende in pieno centro, tra canali e vaporetti, alla stazione di Santa Lucia.

Curiosità:

Secondo la tradizione la parola "ghetto" deriva dal veneto "geto" che indicava il luogo dove si fondevano i metalli.

Consigli per pappa e nanna:

Fernanda Bortoluzzi accoglie gli ospiti della Casa Boccassini, Calle del Fumo 5295, fra le azalee e le ortensie del suo giardino. Mobili d'epoca e dipinti nelle stanze silenziosissime e luminose.

Commedia Hotel: Un ottimo albergo vicinissimo al Ponte di Rialto e a Piazza San Marco.

Hotel Moresco Venice: ospitalità, cordialità, eleganza, generosità e servizio di primissima qualità in questo bed & breakfast nel cuore di Venezia.

Jewish Venice: Nel ristorante Kosher Gan Gan, Cannareggio 112, si gustano piatti preparati secondo le più rigorose tradizioni gastronomiche della comunità ebraica. Golosissima è anche la torta a base di cioccolato.

 

Photo Credits:
Getty Images
Cecilia Bernardini de Pace

ARGOMENTI TRATTATI

Vacanze con bambini

COMMENTI (14)

Anto92
Lug. 1, 2013, ore 09:40

Venezia meravigliosa!!!!!!!!! io ci sono stata tanto tempo fà ( 16 anni ).

Cecilia "Mammamiporti"
Lug. 3, 2013, ore 19:10

@Anto92: tornarci è un'emozione ogni volta. Confesso che quando scendo dal treno a Santa Lucia e prendo il traghetto verso il centro non posso fare a meno di chiedermi "cosa penseranno gli americani quando arrivano sul Canal Grande?" questa è davvero una meraviglia unica al mondo

Franca C
Lug. 1, 2013, ore 23:32

Ho sempre desiderato visitare Venezia!!!!!!!!!!!!!chissà che prima o poi non ci riesca...........

Cecilia "Mammamiporti"
Lug. 3, 2013, ore 19:09

@Francac65: devi assolutamente farlo. Se ci fai sapere dove vivi e quando ti piacerebbe organizzare il viaggio, ti aiuto! oggi con i treni ad alta velocità può bastare una giornata (per iniziare a conoscerla ammirarla e innamorarsene)

Franca C
Lug. 6, 2013, ore 22:53

@Cecilia "Mammamiporti": Grazie :-)) io però vivo in Sardegna e la cosa quindi è un pò più complicata..........ma non dispero ;-))

Antonella972
Lug. 3, 2013, ore 20:41

Anch'io spero di andarci presto!

Cecilia "Mammamiporti"
Lug. 3, 2013, ore 21:14

@Antonella972: dita incrociate (anche gambe, giuro!)

Eleonora42 (Roma)
Lug. 7, 2013, ore 08:01

venezia che voglia di rivisitarla ci sono andata da ragazza e anche se era una giornata nuvolosa ne ho un bellissimo ricordo

Roserosa1
Lug. 7, 2013, ore 16:15

La Serenissima!! Bella e la maschera che ho comprato è meravigliosa..

Irene52
Lug. 8, 2013, ore 21:00

Ci sono stata più volte,la prima durante il viaggio di nozze, è sempre meravigliosa spero di tornarci ancora e di riuscire a vedere quella parte descritta nell'articolo.

Robertissima
Set. 18, 2013, ore 11:36

Noi ci siamo trovati benissimo al Lido....abbiamo preso un B&B al lido, dove c'è meno confusione, molti ristorantini economici, la possibilità di andare in spiaggia...e fare un giro sul risciò!!! Per arrivare a Venezia veramente impiegavamo 10 minuti, abbiamo fatto avanti e indietro tante vole e i bimbi non si sono mai stancati!

Cecilia "Mammamiporti"
Set. 18, 2013, ore 12:27

@Robertissima: hai ragione, anche a me il Lido piace tantissimo. Vera vacanza a due passi (ops due bracciate) dalla storia e dalla cultura

Robertofix
Set. 25, 2013, ore 16:54

ho comprato delle maschere fantastiche..

Cecilia "Mammamiporti"
Set. 25, 2013, ore 19:24

@Robertofix: per decoro o i tuoi bambini le usano per giocare?

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.