La Death Valley californiana

INFORMAZIONI UTILI
Destinazione

California - Death Valley

Parchi
Tipo di Destinazione

Parchi

Natura
Tipo di Viaggio

Natura, Avventura, Divertimento

MAPPA

Ai ragazzi, ma forse anche a noi, piacciono le date, i dati, i primati (chi non ha mai comprato all'Autogrill l'ultimo numero del Guinness?)

C'è un posto speciale in California, da primato, anche nel nome: Death Valley.

La Death Valley californiana

Ci si arriva perchè ci si vuole arrivare, isolato da tutto, ma se si passa da Las Vegas o da Los Angeles si può fare. Si deve fare.

L'enorme deserto della Death Valley, parco nazionale dal 1933, si estende ai margini orientali della California, fino a sconfinare in Nevada.

Il nome già attira, come i film dell'orrore: Death Valley. Ecchesaràmai una valle della morte? Si chiama così perché nel 1849 un gruppo di cercatori d'oro, nel tentativo di trovare una scorciatoia attraverso il deserto salato per andare nelle valle centrali della California dove era stato trovato l'oro, l'attraversò, morendovi in gran parte.
Si estende per 7.770 km quadrati e comprende dune di sabbia che si alternano a distese di sale, colline, canyon, montagne e formazioni rocciose curiosamente frastagliate. Ospita 1.000 specie rarissime di piante e alberi, 21 delle quali uniche al mondo.
Milioni di anni fa era un immenso lago di 190 km di lunghezza per 180 di larghezza, attorniato da alte montagne. Successivi fenomeni eruttivi fecero abbassare il fondo valle sotto il livello del mare.

Ed ecco il primato: è il punto più basso e caldo dell'America del Nord.

Furnace Creek ne è il centro più importante. E anche questo di nome ha il suo fascino.

La Death Valley californiana

Si tratta di poche case poste nell'oasi nel deserto, a 54 metri sotto il livello del mare, cn tanto di cartelli lì a ricordartelo. E la temperatura dell'automobile in genere anche: più di 50 gradi, normali.

La Death Valley californiana

Il Visitor Center, con un piccolo museo che illustra la storia dei locali indiani, dei cercatori d'oro e dei pionieri, alcuni motel, ristoranti, negozi e un distributore di benzina. Un post Office, mitico (la commessa, un'italiana di vecchissima data, ma che ti saluta con un buongiorno quasi commovente).

La Death Valley californiana

Da qui inizia la visita della Valle della Morte.

In direzione sud si visitano: Zabriskie Point, da cui si gode una splendida vista e dove Michelangelo Antonioni ha girato l'omonimo film.

La Death Valley californiana

Dante's View, a 1.800 metri, dove si riescono a vedere le cime della Sierra Nevada; Artist Drive, strada circolare a senso unico con pareti rocciose, stretti canyon e belvedere che si affaccia sull'anfiteatro Artist's Palette le cui rocce hanno incredibili colorazioni; Badwater, lago salato e punto più basso del Nord America (86 metri).

La Death Valley californiana

Verso nord si raggiungono altre località fra cui, poco oltre Grapevine, lo Scotty's Castle, singolare edificio in stile spagnolo-moresco, immerso in una verdissima oasi. A costruirlo fu, negli anni Venti, Albert Johnson, miliardario di Chicago.

Qualche consiglio di viaggio:

Mediamente occorrono 14-15 ore di volo dall'Italia. Alitalia ha voli diretti da Roma a Los Angeles. Swiss offre ottimi collegamenti via Zurigo.

Da qui si prende un pullman della Greyhound oppure un'auto a noleggio (preferibile). Ci si dirige ad est con la Interstate Highway 15 fino al bivio con la California State Highway 127. Si raggiunge Death Valley Junction e ci si immette sulla California State Highway 190 fino a Furnace Creek.

Ilteriori informazioni su questo sito o questo California Travel and Tourism, c/o Master Consulting di Roma

Dove dormire e mangiare:

Furnace Creek Inn & Ranch Resort, California State Highway 190, vicino al Centro visitatori, ha bungalow con veranda e parcheggio. Al suo interno vi sono un museo sull'estrazione del borace, negozio (general store), bar, ristorante, steak house, campi da tennis, piscina con acqua calda termale.

ARGOMENTI TRATTATI

Vacanze con bambini

Vedi anche

COMMENTI (14)

Lucia545
Apr. 16, 2013, ore 08:41

Stupendo articolo!!! Brava!!!

Cecilia "Mammamiporti"
Apr. 19, 2013, ore 15:56

@Lucia545: ma grazie....

Anto92
Apr. 16, 2013, ore 13:55

Che bella esperienza!!!

Cecilia "Mammamiporti"
Apr. 19, 2013, ore 18:30

@Anto92: davvero. Confesso che il caldo mi ha lasciato bloccata in macchina con condizionatore al massimo per qualche decina di minuti. Totalmente antiecologico ma da sopravvivenza pura!

Ester_79
Apr. 16, 2013, ore 15:15

Luoghi interessanti, non lo sono le 15 ore di volo!!!!!!

Cecilia "Mammamiporti"
Apr. 19, 2013, ore 18:32

@Ester_79: però si spezzano quelle ore. Per esempio: Milano - Islanda 5 ore. E ci si può fermare una o due notti. Islanda - New York altre 5. e qui il discorso diventa ancora più interessante. E poi l'ultimo sforzo, il Coast to Coast. Solo per chi ha moltissimo tempo, una macchina o un treno. Ma che avventura

Marco
Apr. 18, 2013, ore 19:32

E la storia delle pietre che si muovono da sole? Non le avete viste? Si tratta di massi che pesano anche più di 100 kg e che lasciano una curiosa traccia sul suolo... Pare che il loro movimento sia dovuto al fatto che i minerali sarebbero intrappolati in sottili lastre di ghiaccio che si formano la notte. Poi durante il giorno lo scioglimento e i venti fanno il resto. Provate a guardare questo video:

http://channel.nationalgeographic.com/channel/videos/death-valleys-moving-rocks/

Cecilia "Mammamiporti"
Apr. 19, 2013, ore 18:34

@Marco: ma che meraviglia, grazie Marco della segnalazione. Visto video con le pulci. Devo tornare, unica risposta

Mediasettre
Apr. 22, 2013, ore 17:09

bello mi piacerebbe visitarla, in realtà mi piacerebbe visitare tutta l'America, chissà un giorno sarà possibile..........

Cecilia "Mammamiporti"
Apr. 22, 2013, ore 18:32

@Mediasettre: hai ragione è un viaggio unico e completo

Mumwinnie
Mag. 28, 2013, ore 17:08

è un nostro sogno nel cassetto.......speriamo di poterlo realizzare

Cecilia "Mammamiporti"
Mag. 28, 2013, ore 22:50

@Mumwinnie: fammi sapere, appena ci riesci. Così proviamo insieme a organizzare il miglior viaggio possibile!!!

Giuliadventure
Lug. 2, 2013, ore 12:52

Spero proprio di poterci portare presto la mia piccolina ;)

Robertofix
Set. 30, 2013, ore 17:04

super e fantastica esperienza...

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.