Il gioco del travestimento

Il Carnevale è una festa molto amata dai bambini. Travestirsi, mascherarsi, truccarsi e diventare altro è per loro un momento eccitante e ricco di divertimento.

Ma se ci pensiamo bene i bambini lo fanno – o lo farebbero – tutto l'anno!

Sin dai due anni, quando iniziano a rendere tangibile e visibile anche a noi adulti il loro mondo interiore, la fantasia prende il sopravvento e mostra come i bambini riescano a far convivere la quotidianità con l'invenzione in maniera sorprendente e, direi, "razionale".
I bambini hanno bisogno del mondo fantastico, quello in cui gli oggetti si animano, quello in cui un catino diventa un galeone, una tenda la caverna dei dinosauri. Ne hanno bisogno per spiegarsi e per esprimere ciò che non comprendono o fanno fatica ad accettare.
Sono andato a sbattere contro la sedia? È stata certamente lei – la quadrupede insolente – a venirmi addosso e a colpirmi: "Brutta cattiva! Con te non ci gioco più!".
E per lo stesso motivo mettono in atto l'inesauribile creatività costruendosi interi mondi di finzione: due sedie e un telo per un rifugio a prova di lupo, lo spazzolino per fronteggiare il coccodrillo a suon di sciabolate.

Il gioco del travestimento

E così il cagnolino di pezza con cui dorme gli fa compagnia e lo protegge quando al buio si ritroverebbe da solo. Perché lui – l'animaletto – è proprio suo amico.

Un altro aspetto molto utile dei travestimenti è la possibilità di sfruttarli per esprimere sentimenti conflittuali o elaborare momenti particolari. Talvolta i bambini (e non solo loro) hanno bisogno di mettere una distanza tra se stessi e ciò che accade loro per comprendere e risolvere dei nodi. Hanno bisogno di un alter ego che esprima sentimenti "difficili" come la paura o la rabbia e il travestimento concede proprio questa chance.

Il gioco del travestimento

Carnevale quindi sarà certo un momento speciale per i bimbi, ma noi possiamo portare il gioco del travestimento nella nostra routine quotidiana come un'attività creativa e formativa per i nostri bimbi.

Conserviamo costumi e accessori in un baule e diamo ai nostri figli libero accesso a questa miniera di tesori nei giochi consueti che fanno. Aggiungiamo anche abiti o nostri accessori smessi di tanto in tanto, osservandone le potenzialità trasformiste, per loro sarà sempre fonte di nuove storie e personaggi! E quando ne abbiamo voglia, giochiamo anche noi e mettiamoci in ascolto: chissà che quel leoncino affamato non abbia bisogno di una coccola speciale!

 

Photo Credits:
cavalierelatino
Katie'sCameraClicks
OurGoatRodeo

Vedi anche

COMMENTI (5)

Rita.Franca
Feb. 2, 2013, ore 19:20

il travestimento con vestiti di adulti è il massimo x i bambini e poi................le scarpe con i tacchi alti dlla mamma o della nonna ......che spasso!

Caia Coconi
Feb. 3, 2013, ore 16:47

@Rita.Franca: mi ricordo ancora i giochi con mia sorella e le scarpe della mamma... deve essere iniziata li la mia fissa per le scarpe :D

Mediasettre
Feb. 9, 2013, ore 18:40

soprattutto per le bimbe usare i vestiti le scarpe e i trucchi della mamma, io da piccola lo facevo sempre...........:-D

Caia Coconi
Feb. 9, 2013, ore 19:08

@Mediasettre: io pure!!!

Robertofix
Ott. 7, 2013, ore 20:27

ci siamo travestiti piu o meno tutti i bambini per me devono continuare.....

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.