Piccolini Story Logo

i video della scorsa edizione

Malanni di stagione

Eccoci qui in Primavera: pare che la stagione dei malanni sia passata e noi tiriamo proprio un bel respiro di sollievo, visto che quest'invernata è stata davvero impegnativa!

A detta del pediatra Momo non si è ammalato molto, nella pratica posso dire sia stato l'anno a più alto tasso di paracetamolo, mocci e virus gastrointestinali nella storia della nostra famiglia!

Avrei voluto tenere un registro per avere traccia di quanti giorni sono stati “normali” e quanti invece ci hanno richiesto salti mortali e variazioni su tema.
Andando al nido, Momo ha avuto un raffreddore cronico, di cui ha ancora qualche strascico, praticamente da Novembre. E noi di conseguenza abbiamo acchiappato un po' tutto quello che ci portava a casa. Grazie al cielo niente di particolarmente grave, ma sicuramente invalidante e scombussolante per il nostro già precario equilibrio domestico.

Tosse che disturba il già poco sonno di cui godiamo, febbre che arriva il venerdì sera per annullare quei rari momenti di vita sociale organizzati da mesi, virus ed esentematiche che hanno costretto Momo a casa per settimane intere e me e mio marito a barcamenarci tra casa, lavoro e possibili ripercussioni sul nostro stato di salute.

In qualche rara occasione, e anche tra le più “gravi”, abbiamo potuto avere l'appoggio di un nonno arrivato miracolosamente in corner a salvarci dalla rovina (tipo una volta che Momo era in ripresa e quindi nella classica iperattività di recupero e io e mio marito invece ci contendevamo il bagno e non ci reggevamo in piedi), ma per il resto ce la siamo cavata da soli, prendendo giorni di ferie, lavorando di notte e affrontando poi periodi di superlavoro per compensare le scadenze rimandate e gli impegni accumulati.

Insomma, malanni a parte che sempre preoccupano e creano apprensioni, il disagio grave è stato riuscire a gestire la vita professionale non facendo mancare a Momo le cure necessarie e anche le coccole extra che una malattia richiede, ma anche gestire intere giornate di clausura con il piccolino che non essendo al top manifestava chiari segni di insofferenza, con lagne di tutti i tipi e capricci di ogni sorta.

Per questo mi sono venuti in soccorso alcuni blog creativi, da mammafelice, a Claudia, Pollon, e Homemademamma. Per non parlare delle ispirazioni culinarie di Natalia. E le nostre giornate si sono riempite di farina, acqua e giochi nuovi!

Speriamo di aver lasciato tutto alle nostre spalle e di doverci ripensare solo in autunno, ma nel frattempo faccio incetta di consigli e spunti di organizzazione per affrontare le emergenze-malanni!

Vedi anche

COMMENTI (2)

Catia79
Lug. 14, 2014, ore 11:41

Brava!

Catia79
Lug. 14, 2014, ore 11:41

Brava!

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.