Musica a scuola: un apprendimento fondamentale

Ricomincia la scuola, ricomincia quel lungo percorso di vita e di conoscenza fondamentale per ogni essere umano, responsabile in buona parte di quello che saranno i nostri piccoli da adulti, nella loro professione ma anche nello loro persona.

E proprio in base a questo principio che l'apprendimento scolastico va considerato a 360° e non come purtroppo molte volte accade, con l'unico obiettivo di leggere, scrivere e far di conto. Spesso siamo proprio noi genitori a cadere nell'errore di considerare alcune materie di serie A e altre di serie B, dando poca importanza a quelle artistiche ritenute superflue, accessorie, relegabili alle attività extra-scolastiche. E così un 10 in italiano o in matematica ha tutto un altro valore di un 10 in disegno o in musica, anzi un voto basso nelle prime ci induce a pensare che nostro figlio non vada bene a scuola nonostante il suo talento, la sua intelligenza e sensibilità emergano fortemente nelle seconde.

Le materie artistiche invece, sviluppano particolari aree del cervello non solo a livello di creatività, fantasia, ma anche creando un particolare rapporto nella gestione delle emozioni del proprio io, nel riconoscerle in un altro linguaggio e nell'imparare ad esprimerle.
Attraverso un disegno si può esprimere la paura,la gioia, la serenità, attraverso l'ascolto di una musica si possono elaborare ansie, stati di euforia ed entrare in uno stato di riflessione e di ascolto di se stessi e degli altri.

Musica a scuola: un apprendimento fondamentale

Attraverso la musica si imparano particolari procedimenti logici, si sviluppa il senso critico e si impara ad analizzare e a concretizzare idee secondo un percorso sia individuale che collettivo, si impara ad ascoltare e a comprendere, si impara a sbagliare e correggere, a insistere senza demordere fino al raggiungimento dell'obiettivo finale, credendo nelle proprie capacità e nell'importanza di quelle dei propri compagni. Ed è questo un altro punto di forza, la socializzazione, il rispetto dell'altro, il rispetto delle regole del gioco per il raggiungimento di un fine comune.

Il coro, così come la musica d'insieme, può essere considerato una buona palestra per imparare il lavoro di squadra: il bambino deve imparare a gestire le proprie capacità senza prevaricare sugli altri, a mantenere l'attenzione e la concentrazione sempre alta per dare il meglio di sé, affinchè non danneggi il resto del gruppo e l'esecuzione. Ogni componente del coro ha, nel suo piccolo, la responsabilità di quello che sarà il successo finale: davvero una importante lezione di vita, prima di tutto.

Musica a scuola: un apprendimento fondamentale

Le ore di musica a scuola diventano quindi fondamentali sin dalla primissima infanzia non solo per imparare ad essere intonati o per sviluppare il senso ritmico e per conoscere un aspetto della cultura che ci appartiene, ma anche per accrescere appieno la formazione dell'individuo. Se noi genitori diamo per primi importanza alle materie artistiche, trasmetteremo questo valore ai nostri bambini, trasmetteremo questo nostro interesse alle istituzioni scolastiche e alla nostra società e nel Paese delle belle arti e del bel canto è un investimento per il nostro futuro.

 

Scritto da: Simplymamma

Photo Credits:
rosipaw
RISD Museum
PhareannaH[berhabuk]

ARGOMENTI TRATTATI

Educare i figli

Vedi anche

COMMENTI (3)

Susyy1972
Ott. 24, 2012, ore 17:41

con moderazione tutto fa bene

[email protected]
Apr. 23, 2013, ore 19:22

Sono d'accordo con te ....è un vero peccato che le ore di musica nelle scuole siano poche.....

Robertofix
Ott. 10, 2013, ore 21:06

ci vorrebbero piu ore per trovare qualche talento nascosto...

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.