La strada di Don Chisciotte: viaggio nei luoghi di Cervantes

INFORMAZIONI UTILI
Destinazione

La Ciudad Encantada - Sentiero di Don Chisciotte

MAPPA

“Viveva, non ha molto, in una terra della Mancia, che non voglio ricordare come si chiami, un idalgo di quelli che tengono lance nella rastrelliera, targhe antiche, magro ronzino e cane da caccia” - Miguel de Cervantes Saavedra, Don Chisciotte della Mancia. 

Comincia così il celebre romanzo che racconta le incredibili avventure di Alonso Chisciana. Uno strampalato hidalgo spagnolo che a furia di leggere romanzi cavallereschi si convinse di essere diventato un cavaliere errante. Una mattina di luglio sellò un povero ronzino, si trovò un nome importante e munito di lancia e celata partì per vendicare ingiurie, raddrizzare torti, correggere abusi e soddisfare debiti.

Ma se la follia di Don Chisciotte lo portava a immaginare castelli al posto di locande, dame in luogo di contadine e giganti anzichè mulini, reali sono invece i luoghi attraverso i quali è passato. La strada di Don Chisciotte è dunque un itinerario favoloso dove si fondono letteratura, cultura, e naturalmente fantasia. Un viaggio straordinario per vivere un paese in modo intenso vedendolo uscir fuori, quasi per magia, dalle pagine di un libro.

In questo video vedrete alcune delle principali tappe della Ruta de Don Quijote. Attraversando i luoghi resi celebri da Cervantes scoprirete una regione dal fascino fiabesco. Fatta di pianure ondulate di terra rossa, infinite distese di campi di grano, girasoli e ulivi. Villaggi che compaiono dal nulla come Alacala del Jucar e quelli che paiono precipitare nel vuoto come Cuenca. E in mezzo a loro ci sarà sempre qualcosa che ricorda l’amato cavaliere dalla triste figura. Lo troverete in un museo, una casa, un castello, una parete e persino disegnato sopra una pompa di benzina...

Mulino

Luoghi da non perdere:

Cuenca: Un vero e proprio palcoscenico fatto di case arroccate su gole profonde. Attraversate il ponte e passeggiate per ammirare l’incredibile paesaggio e le stupefacenti casascolgades. I bambini rimarrano colpiti dagli enormi occhi dipinti tra le rocce! 

La Ciudad Encantada: Un sentiero attraverso una pineta punteggiata da enormi rocce calcaree che prendono le forme più fantasiose. C’è il cane, la foca, il mostro, il mare di pietra. I bambini la adoreranno!

Alcala Del Jucar: Non crederete ai vostri occhi. Questo straordinario presepe compare d’improvviso dietro una curva. Dedicategli almeno una giornata intera, fate merenda accanto al fiume e non dimenticate il costume. C’è una piccola spiaggia dove i bambini si divertiranno tantissimo. In cima al villaggio c’è un castello da esplorare dove troverete il vostro eroe e godrete di una vista magnifica.

Campo de Criptana, Consuegra, Mota del Cuervo: Sono questi i luoghi dove potete andare a caccia dei famosi mulini, quelli che la follia di Don Chisciotte trasformava in orribili giganti. D’obbligo passare un po’ di tempo a mettere in scena qualche frammento del romanzo!

Belmonte: Avete presente il classico castello? Quello delle favole, con le torrette e le mura tutt’intorno dove si immaginano Re seduti sul trono e guardie pronte ad avvistare nemici? Fuori è uno spettacolo ma vale la pena entrare per vedere i mulini dalla cima delle torri e gli interni ricostruiti.

El Toboso: Questo piccolo villaggio vive della magia del romanzo di Cervantes che qui ha stabilito la dimora della dama/contadina Dulcinea. Statue e targhe ovunque, il Museo Cervantino e naturalmente la casa dell’amata di Don Chisciotte.

Toledo: Richiede almeno un paio di giorni questo gioiello di vicoli e strade strette che ricordano la medina. Una seducente combinazione di culture e architetture straordinarie. E poi negozi di spade, il famoso marzapane e ancora il nostro eroe, ovunque nelle vetrine e persino sopra gli autobus... la città perfetta per giocare a chi vede per primo il simpatico cavaliere errante!

Prima e durante il viaggio leggete insieme ai vostri bambini le avventure dello strampalato cavaliere. Otterrete il fantastico risultato di avvicinare i bambini alla meta e inoltre li preparerete al viaggio, accrescendo il loro entusiasmo quando ciò su cui avevano fantasticato diverrà in qualche modo realtà. Ma non solo: il personaggio di un libro diventerà un amico e un compagno di avventure, appassionando inevitabilmente i bambini alla storia e alla letteratura...

Mulino

Da leggere:

Non si può partire per la Mancha senza aver letto almeno uno dei tanti libri su Don Chisciotte. Per i piccoli viaggiatori esistono diverse edizioni adattate per bambini.

Qui alcune di quelle che abbiamo letto:

- L’ingegnoso signor don Chisciotte della Mancia di M. Mezzo e A. Scoppetta
- Don Chisciotte della Mancia di C. Reviejo e J. Zabala. Parole, rime e simpatici pittogrammi.
- Don Chisciotte raccontato ai bambini di Rosa Navarro Duran
- e naturalmente il testo integrale: Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes Saavedra

Mulino

Links utili

- Sito ufficiale Castilla La Mancha
- Qui potete scaricare informazioni sulla strada di Don Chisciotte e altre interessanti brochures informative.

 

Photo Credits: mammagiramondo.blogspot.com

ARGOMENTI TRATTATI

Vacanze con bambini

COMMENTI (11)

Lucyinvacanzadaunavita
Set. 27, 2011, ore 22:27

Bellissimo post!! Mi avete rimandata indietro di anni, alle settimane di settembre che passavamo in giro per la Spagna. Mio padre, appassionato di questa terra e della sua storia, ci ha fatto macinare chilometri per le rutas. Abbiamo visto paesi sconosciuti al turismo comune, ma bellissimi. Ricordo quelle strade (allora deserte) che tagliavano in due i campi di girasole e in lontananza le colline con i mulini. Ricordo i paesini senza vita ma con tantissimo sole (passavamo di lì nel primo pomeriggio...) e le statue degli eroi del Cervantes. A che dire di Cuenca? Le casas colgadas sono uno spettacolo!

Ancora complimenti e grazie!

Paola Traspedini
Set. 28, 2011, ore 08:09

Wow! Che voglia di Spagna, di distese di girasoli e di mulini........
Ovviamente mi segno l' itinerario!
Sei mitica,
Paola

Daniela Celli
Set. 28, 2011, ore 13:27

Lucy: Ciao Lucy che meraviglia i tuoi ricordi! Anche noi abbiamo trovato strade deserte e chilometri di distese di girasoli già bruciati dal sole. Viaggiare fuori stagione ha i suoi pregi! Mi è dispiaciuto solo perdermi le distese di fiori viola di zafferano. Spuntano in Ottobre ma durano pochissimo. Un mare viola in mezzo a tutto quel deserto deve fare un certo effetto... Grazie per aver condiviso le tue sensazioni.
@Paola:;-) Bacio

Cinzia C.
Ott. 4, 2011, ore 15:59

finalmente sono riuscita a guardare il video con calma!

che bello! e che voglia di tornare in spagna!!!!!

Aj è sempre più grande e sempre più bello e simpatico!

un bacione :-)

Daniela Celli
Ott. 4, 2011, ore 18:30

@Cinzia: Sei un tesoro! Dobbiamo assolutamente rifarli incontrare!

Irene52
Dic. 7, 2012, ore 16:41

Complimenti D.Celli per il bellissimo racconto e per il video e un grazie di cuore per i libri consigliati. .ciao

Daniela Celli
Dic. 7, 2012, ore 16:49

@Irene52: Grazie mille a te!!

Irene52
Dic. 7, 2012, ore 16:58

gentillissima Sig. Daniela per favore potrebbe scrivermi l'editore dei bellissimi libri consigliati.grazie mille

Daniela Celli
Dic. 7, 2012, ore 17:26

@Irene52: Ma certamente. l primo è edizioni Lavieri, il secondo Boheme Press italia, il terzo Mondadori e l'ultimo Newton Compton. In ogni caso cliccando sul titolo di ogni libro le si apre la pagina con tutti i dettagli. Buone letture!

Antonella972
Giu. 30, 2013, ore 20:58

Mai andata in Spagna...ci devo fare un pensierino

Dirittoresidenza
Lug. 18, 2014, ore 11:22

La tappa romana dell'ingegnoso Cavaliere errante

http://romacaputmencla.altervista.org

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.