L'albero di Natale... in prospettiva

Siamo alle prese con l'allestimento dell'albero di Natale: come decorarlo? Che tipo di "base" utilizzare? E le luci? Funzioneranno quelle dell'anno scorso? E dove posizionare il tutto?

Insomma un'organizzazione degna del più creativo architetto d'interni, per fortuna c'è internet e le mie amiche crafter da cui sgraffignare idee e suggestioni.

Ma poi? Solo io penso già al dopo?

Già immagino gli aghi di pino in tutte le stanze, e le decorazioni che finiranno tra pentole e pupazzi del bagnetto, per non parlare della serie di luci che mi mollerà la sera della Vigilia, lasciando il mio albero al buio... catastrofica? Può darsi.

Ma il vero incubo è l'idea del dopo-dopo: quando tutto l'idillio e la magia natalizia sarà conservata nello scrigno dei ricordi più belli e noi ci ritroveremo a Gennaio a dover ripulire la casa da ogni addobbo, a smontare albero e luminarie, per non arrivare a Carnevale con residui rossi e argento da occultare.

Allora mi ricordo di quando ero piccolina. Mia madre preparava con noi bambine alberi strategici. Insieme a decorazioni non troppo fragili appendeva ai rami dell'abete pacchetti di varie forme e dimensioni, di colori che si amalgamassero bene al resto.

Albero di Natale

I pacchetti misteriosi, che agli occhi dei profani potevano sembrare semplici decorazioni"vuote", in realtà contenevano oggettini e leccornie che, a tempo debito, avrebbero reso il loro effetto-sorpresa.

A casa nostra era tradizione organizzare una festicciola il giorno della Befana.
La mamma invitava i nostri amichetti più cari e i cuginetti e l'attività proposta era: smontiamo insieme l'albero di Natale!
Con la colonna sonora di tutte le musiche più evocative del periodo, una di quelle cose che crea angoscia come la polvere che viene spinta sotto il lembo di un tappeto, diventava il pretesto per far baldoria.

Prima il dovere e poi il piacere, diceva la mamma.

E infatti noi bambini venivamo istruiti sulle varie mansioni, divisi in coppie o gruppetti in base a età e possibilità di impiego, proprio come una piccola squadra di operai. I più grandi, che potevano salire su uno sgabello per arrivare anche alla parte alta dell'albero, si occupavano di prelevare gli addobbi,

Albero di Natale

altri di smistarli e altri ancora li riponevano in scatole e contenitori in base al tipo.

Decorazioni Albero di Natale

Solo le luci, più delicate, venivano tolte dalla mamma, alla fine.

Luci Albero di Natale

Prima il dovere e poi il piacere, diceva la mamma.

E così il contenitore che aveva ospitato gli apparentemente innocui pacchetti lucidi, appena prelevati dall'albero, veniva preso e posizionato in mezzo alla crocchia di bimbi eccitati dal gioco. Ognuno poteva scegliere un pacchetto, scoprendocosì che si trattava di un piccolo dono della Befana: un bloc notes colorato, una macchinina, delle penne, biglie o figurine, libretti, pupazzetti.

E mentre noi bambini eravamo impegnati nel successivo baratto per ripristinare una coerenza nell'attribuzione dei regali voluta dal caso, era già pronta una bella merenda a base di dolci, cioccolata, mandarini e anche un po' di carbone per tutti!

Quasi quasi quest'anno mi faccio prendere da questa botta di nostalgia e ripercorro le orme di mia madre.

E voi, che ne pensate? Mica male aver risolto tutti i problemi per il 7 Gennaio. È come uscire dalle feste senza aver litigato con la bilancia!

 

Photo Credits:
Gabi Agu
Asheboro Public Library
p u n t o
Laenulfean
destiney.perkins

ARGOMENTI TRATTATI

Educare i figli

Vedi anche

COMMENTI (4)

Giogio1980
Dic. 4, 2012, ore 19:48

che dite quest'anno lo faccio insieme alla mia bimba di 2 anni l'albero?o e' meglio se almeno per quest'anno mi risparmio lo stressssssss!!!!!!!quasi quasi lo faccio di nascosto e dico che l'ha fatto babbo natale!

Caia Coconi
Dic. 5, 2012, ore 09:53

@Giogio1980: io opterei per una soluzione di compromesso. fare il grosso tipo mettere le luci e le decorazioni piu' in alto e la sciare a lei i tocchi finali che prenderanno una mezz'oretta e produrranno solo divertimento.
non sarei per la bugia che l'ha fatto babbo natale... babbo natale ha da pensare ai regali, quante cose gli dobbiamo lasciar fare?
:D

Maria Elisa12 (Roma)
Dic. 7, 2012, ore 15:17

io ho un albero di 2 metri e pensare di farlo con loro sarebbe traumatico ho detto che venivano i folletti di babbo natale a farlo. per poterlo fare con loro dovrei modificare un pò di cose tra cui nache gli addobbi che rompendosi non possano fargli male ...

Robertissima
Nov. 4, 2013, ore 10:16

...io faccio l'albero in terrazza....forse con questa idea riescoa smontarlo prima di marzo...;-)

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.