SCUOLA

Scritto da Chiara "machedavvero" il in Scuola Commenti (0)

Posso già vedermi, con gli occhi semi chiusi a cercare la sveglia a tentoni mentre penso 'nooo'. E posso vedere anche lei: appallottolata nel lettino che ancora russa, senza la benché minima voglia di svegliarsi. Posso sentire il suo rantolo contrariato mentre tento di farla alzare, posso vedere i suoi passi sbandare mentre ancora si stropiccia gli occhi e poi sentire l'odore del caffè e il rumore delle tazze. Eh già, posso vedere chiaramente le prime mattine di rientro a casa, di ritorno alla normalità. Di lavoro e di scuola.

SCUOLA

Sono momenti che sembrano faticosi, noiosi, ripetitivi, ma che invece costruiscono i nostri ricordi e i nostri progressi. Sembra ieri che mia figlia andava per la prima volta all'asilo incerta, timida, attaccata alle mie gambe. Oggi invece si appresta a frequentare la prima classe della scuola dell'obbligo (il Reception Year qui in UK, ovvero una sorta di primina) e sembra già così grande.

Quando succede, esattamente, che quegli esserini pigolanti e incerti lasciano il posto a dei bambini cresciuti, quelli che odorano di matite colorate, terra e merenda, che fanno domande di cui non sappiamo le risposte e inventano risposte senza preoccuparsi delle domande? Bambini che iniziano a fare le loro piccole esperienze da soli, e tornano a raccontarcele. Che scoprono le amicizie, le gelosie, la competizione, le piccole grandi vittorie e sconfitte, tutto nel microcosmo di una classe.

SCUOLA

Se pensiamo al nostro passato, scopriremo che la maggior parte dei nostri ricordi d'infanzia sono legati proprio a quel luogo: la scuola. La prima maestra, il primo gancio per lo zainetto e la giacca, il primo banco, i primi amici, alcuni dei quali magari sono ancora amici. Non importa che si continui l'asilo o si faccia il grande salto verso le elementari, la scuola è sempre una scoperta, un cambiamento, una crescita.

Guardiamo bene quest'anno questi piccoletti che entrano il loro primo giorno con la divisa o il grembiulino, il loro zainetto e lo sguardo sperduto. Sono gli stessi che 'ritireremo' la prossima estate cresciuti di parecchi centimetri, con il grembiulino felicemente distrutto e lo sguardo più sicuro, allegro, fiducioso.

Questo mese su Piccolini parliamo di scuola, e lo facciamo a modo nostro. Con storie, suggerimenti, tips, piccoli consigli e tanti sorrisi. Come quelli che accompagneranno il primo giorno nella nuova classe dei vostri bambini e, speriamo, anche il vostro ritorno al lavoro.

 

Photo Credits:
USAG-Humphreys
gabeandchry
missyxlovesxyou

COMMENTI (0)

Non ci sono commenti per questo articolo

COMMENTA


(Richiesto)


(Richiesto, non verrà mostrato ai visitatori)


(Opzionale, aggiungere sempre "http://")

Vuoi salvare le informazioni per la prossima volta?

Ricorda: Se non sei registrato i tuoi commenti saranno soggetti a moderazione.